Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Ferragosto all’avventura nel Cilento più selvaggio

14 agosto 8:00 - 16 agosto 15:00

Dopo anni di esplorazione dei sentieri del Parco Nazionale del Cilento, Alburni e Vallo di Diano questa volta per il ferragosto abbiamo pensato ad un itinerario all’avventura nel Cilento più selvaggio. In particolare l’itinerario si sviluppa nella zona degli Alburni con una puntatina in Irpinia. Saranno 3 giorni di vera avventura immersi in una natura incontaminata e selvaggia, alla conoscenza di posti ancora poco conosciuti e poco frequentati dai turisti e quindi lontano dal caos dei giorni di ferragosto. E’ un itinerario molto variegato, adatto a chi vuole provare un contatto profondo con la Natura ed è amante anche dell’avventura. Dormiremo infatti in tenda o rifugio a 1400m con l’aria fresca della montagna su un bellissimo pianoro dove pascolano mucche e cavalli che con i loro campanacci ci daranno il buongiorno al mattino. Un posto dove regna la pace, la convivialità ed i sapori antichi dei cibi della tradizione cilentana. Insomma, gli ingredienti per un ferragosto all’avventura nel Cilento più selvaggio ci sono tutti… il benessere dell’anima e la meraviglia per gli occhi è assicurato!

Programma di ferragosto all’avventura nel Cilento selvaggio

Venerdì 14 agosto: partenza con auto proprie per il Parco Nazionale del Cilento. Arrivo a Sant’Angelo a Fasanella e visita del borgo e della Chiesa di San Michele Arcangelo (Patrimonio UNESCO). Pranzo libero al fiume ed alla sorgente dell’Auso con possibilità di rinfrescarsi nelle chiare e fresche acque sotto il ponte romano a schiena d’asino. Nel pomeriggio dopo la pennichella ed il relax breve passeggiata di un’ora sul sentiero del Guerriero Antece, una scultura rupestre, anch’esso Patrimonio UNESCO. Spostamento al Rifugio posto a 1400m in uno splendido pianoro dove regnano la beatitudine e la tranquillità. Ricca cena con prodotti tipici della tradizione cilentana. Pernottamento in tenda o rifugio.

Sabato 15 agosto: dopo il risveglio al suono dei campanacci delle mucche e dei cavalli e dal cinguettio degli uccelli faremo colazione e ci muoveremo poi in auto alla volta di Castelcivita dove visiteremo le grotte conosciute anche come Grotte di Spartaco, per via di una narrazione popolare (plausibile ma non appurata) che vide il gladiatore romano sostare in queste cavità, mentre muoveva la rivolta degli schiavi verso Roma. Con un percorso amatoriale per veri amanti dell’avventura selvaggia, muniti di caschi e torce visiteremo dapprima la parte turistica della grotta per poi continuare a camminare nella zona buia dove vivremo l’esperienza di essere speleologi per un giorno e dove conosceremo le sensazioni del buio, i suoni del silenzio e la meraviglia delle stalattiti, stalagmiti, colonne e piccole pozze d’acqua illuminate dalle sole torce frontali. Sarà un’esperienza emozionante; altamente raccomandata per chi ama l’avventura e la natura nel suo stato primordiale. Usciti dalla grotta ci rifocilleremo per poi spostarci in auto all’oasi Valle della Caccia. Percorreremo a piedi il sentiero che si snoda lungo il torrente Acquabianca fino ad arrivare alla grotta del muschio per poi meravigliarci davanti allo spettacolo della cascata. Rientreremo poi al rifugio per un’ottima cena ed il pernottamento in quota.

Domenica 16 agosto: dopo la colazione immersi nella quiete e nella bellezza partiremo direttamente a piedi dal rifugio per giungere in cima al Monte Panormo, la vetta più alta degli Alburni a 1742m con una vista panoramica pazzesca che spazia su tutta la zona circostante. I Monti Alburni, anche detti, per la loro conformazione carsica, fatta di torrioni e cuspidi, Dolomiti del Sud. Il sentiero è prevalentemente all’ombra del bosco di faggi, una zona caratterizzata da grandi doline o inghiottitoi, dove si cammina su una sorta di corridoio sospeso tra le cavità. Verremo rapiti dalla bellezza di questo posto. Consumeremo il pranzo al sacco in cima godendo dello splendido panorama per poi scendere dal lato apposto e ritornare al rifugio. Al termine dell’escursione rientro in Puglia con gli occhi ed il cuore carichi di meraviglia e di forti emozioni. Lunghezza del percorso: 9 Km / Tempo di percorrenza: 4 ore / Difficoltà: media/ Dislivello: +450m

  • L’ATTIVITÀ È RISERVATA AI SOLI SOCI DI ASD MEDITAZIONI IN MOVIMENTO.
  • L’escursione è a numero chiuso e verrà svolta secondo i termini di legge per la sicurezza da Covid-19
  • NECESSARIA LA PRENOTAZIONE compilando il form sottostante oppure al numero tel/WhatsApp 3209771234. Vi verrà mandata via mail l’informativa sul trattamento dei dati personali ed il regolamento di partecipazione che ogni partecipante dovrà portare stampato e sottoscritto al ritrovo dell’escursione. Tale regolamento è comprensivo dell’obbligo di lettura, accettazione e firma dei protocolli Covid-19 dedicati alle escursioni
  • APPUNTAMENTORitrovo alle ore 8:00 di venerdì 14 agosto con mezzi propri.

Prenotati per questo evento