Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Alla scoperta dei laghi di Lesina e Varano

27 Agosto 6:00 - 28 Agosto 17:00

Con questo weekend conosceremo una parte del Gargano un pò meno turistica e meno frequentata rispetto alle celebri Vieste, Peschici e Monte Sant’Angelo; ma ci è piaciuta proprio per questo. Stiamo parlando della laguna di Lesina e del lago di Varano, due luoghi molto particolari dove la vita dell’uomo è da sempre legata alla pesca ed al mare. Ed è proprio questo rapporto con l’acqua e con il lago che scopriremo; oltre che a vivere un’esperienza con gli stessi pescatori, i più profondi conoscitori di queste due grandi lagune. Faremo degli itinerari a piedi molto leggeri essendo estate, faremo kayak, andremo a pesca nel pomeriggio insieme ai pescatori, ci delizieremo con tutto il ben di Dio che il lago offre degustando i prodotti di laguna. Conosceremo e scopriremo con estremo piacere questo itinerario insolito nel Parco Nazionale del Gargano.

Programma del weekend alla scoperta dei laghi di Lesina e Varano (Gargano)

Venerdì 27 agosto: partenza con auto proprie ed arrivo a Cagnano Varano dove inizieremo la giornata con un breve trekking. Il sentiero del lago ci porterà dalla sponda del lago di Varano alla grotta di San Michele Arcangelo. Questa chiesa rupestre è meno celebre della basilica di Monte Sant’Angelo ma ne vale assolutamente la pena perchè più intima e meno frequentata. Nella grotta sgorga l’acqua da una sorgente che per chi ha fede si ritiene abbia un’energia particolare. La tradizione vuole che in questa grotta San Michele Arcangelo si sarebbe fermato per rinfrescarsi e abbeverare il suo cavallo sulla via per il Gargano lasciando nel luogo i segni del suo passaggio: l’impronta dell’ala e quella dello zoccolo del suo cavallo. Una volta giunti alla grotta e goduto della frescura della grotta attraverso il sentiero del lago ridiscenderemo giù al lago dall’altro versante dove avremo una vista spettacolare sul lago di Varano fino ad arrivare al villaggio rupestre i Pannoni. Esso si presenta come una serie di cavità scavate nella roccia a ridosso della laguna di Varano. Il villaggio è stato frequentato fino a pochi decenni fa ed è inserito nel reticolo di sentieri e mulattiere del Gargano medievale. Quasi certamente era adibito a punto di supporto logistico per le attività di pesca effettuate nella laguna e ancora oggi, per chi si avvicina all’ittiturismo della laguna, è un luogo da visitare assolutamente, circondato da orti dal terreno molto fertile grazie alla laguna. Una volta conclusa la camminata già stupefatti da tanta bellezza, continueremo a stupirci conoscendo più a fondo la laguna di Varano con un percorso in kayak di circa un’ora. Partendo dal villaggio dei pescatori pagaieremo alla scoperta di ipogei preistorici, sorgenti, salici piangenti ed uliveti, oltre alla spiaggia di pietra chiamata “Vagnatur”. Terminata l’attività di kayak visiteremo il “Museo del Territorio e della Cultura lagunare” che ospita una collezione di reperti, documenti, fotografie e affascinanti strumenti di pesca lagunare dall’antichità ad oggi. Un bellissimo film illustra le peculiarità imperdibili del territorio. Pranzeremo poi sulla sponda del lago assaporando tutte le specialità della laguna. Nel pomeriggio parteciperemo ad una battuta di pesca sul lago insieme agli esperti pescatori che ci spiegheranno tutte le tecniche di pesca tramandate da generazione in generazione. Sarà emozionante ed un’esperienza che ci rimarrà impressa per sempre! Ancor più perchè lo faremo al tramonto, quando il sole arrossa le acque del lago di Varano creando un’atmosfera davvero unica e suggestiva! Dopo tante emozioni ci sposteremo in agriturismo per una cena con i prodotti Slow Food tipici della zona come le fave di Carpino ed il caciocavallo podolico. Pernottamento.

Lunghezza del percorso: 5Km / Tempo di percorrenza: 2/3 ore / Dislivello: +200m

Sabato 28 agosto: dopo la colazione lasceremo l’agriturismo e ci sposteremo a Lesina per un breve itinerario a piedi nel bosco isola, ossia l’istmo di terra che separa la laguna di Lesina dal mare. In questo scrigno prezioso è custodita la specie botanica endemica della Laguna: il rarissimo “Cisto di Clusio”. Una volta terminato il trekking ci fermeremo presso un ristorante proprio sulla sponda della laguna, nei pressi di uno dei due canali che collega la laguna di Lesina al mare aperto. Ci delizieremo ancora una volta degustando le specialità di pesce della laguna. Dopo la rigenerante pausa ci sposteremo a Lesina dove visiteremo il centro visite della laguna e faremo un giro in barca sul lago attraversando la sacca occidentale dalla laguna passando intorno all’isolotto di San Clemente dove  ci sono i resti sommersi di una chiesa visibili a pelo d’acqua. Chi vorrà potrà acquistare la salicornia prodotto tipico della laguna o le mozzarelle di bufala allevate in zona oppure concludere la giornata con un aperitivo (facoltativo) prima del rientro a casa.

Lunghezza del percorso: 7Km / Tempo di percorrenza: 2 ore / Dislivello: trascurabile

📌 INFO E DETTAGLI 📌
  • L’ATTIVITÀ È RISERVATA AI SOLI SOCI DI ASD MEDITAZIONI IN MOVIMENTO.
  • L’escursione è a numero chiuso e verrà svolta secondo i termini di legge per la sicurezza da Covid-19
  • NECESSARIA LA PRENOTAZIONE compilando il form sottostante oppure al numero tel/WhatsApp 3209771234
  • Abbigliamento: scarpe e zaino da trekking, bastoncini da trekking (necessari), macchina fotografica, acqua, trolley piccolo, abbigliamento a cipolla indicato per la stagione, costume da bagno, crema solare, telo mare.

ORGANIZZAZIONE TECNICA DEL VIAGGIO:
SERAFINO sas Viaggi e Turismo LECCE IT
P.I. 03207670757- Lic. DPGR 723/97 – C.C.I.A.A.7786/98 – Garanzia Assicurativa UnipolSai Pol. 1/1609/319/103399456

    Prenotati per questo evento